Ridurre gli incidenti valutando la predisposizione dei tuoi operatori

Grazie alla Drivers Suite, un assessment online mirato ad autisti ed operatori di macchinari, oggi è possibile prevedere se una persona sarà vigile e concentrata nel ruolo riuscendo così a lavorare in sicurezza.

Chiunque per mestiere guidi un veicolo, destinato al trasporto di persone o merci, che si muova su strada, binari o acqua, ha la responsabilità della sicurezza dei propri passeggeri, del proprio carico e del proprio mezzo.
In Europa, la causa maggiore di morte sul lavoro è essere colpiti da un veicolo in movimento, lo stesso principio quindi vale per coloro che guidano nelle fabbriche, magazzini e similari, operando carrelli elevatori e macchinari pesanti.
Nel reclutare macchinisti, si guarderà senza dubbio a candidati che abbiano le conoscenze necessarie, che sappiano guidare, che siano in possesso delle licenze e certificazioni richieste. In alcuni casi, si procede anche con check up medici per la vista e l’udito.
Basta questo ad essere sicuri che queste persone opereranno sempre in sicurezza?
Se un macchinista soffre di cali di attenzione, fatica, stress, aggressività, o se opera sotto l’influenza di alcol o droga, può provocare incidenti molto seri e a volte fatali.
 
Anche piccoli incidenti possono portare a grandi costi senza parlare dei danni alla reputazione aziendale in caso di organizzazioni con grande visibilità.
 
La strategia di ‘risk management’ migliore è quella di fare in modo che gli incidenti non accadano così da non dover poi correre ai ripari.
Oggi questo è possibile grazie una nuova valutazione psicometrica che ci permette di prevedere la predisposizione di un individuo a causare incidenti.

Attributi chiave – come valutarli

Questi test non misurano le conoscenze necessarie o gli aspetti pratici della guida ma prevedono se una persona opererà in sicurezza.
 
Una ricerca condotta da cut-e dimostra che gli autisti bravi, a prescindere dal tipo di veicolo guidato, condividono degli attributi specifici:
• seguono le regole
• prestano attenzione
• mantengono la concentrazione
• hanno capacità multitasking
• possiedono buona velocità di reazione
• hanno ottimo orientamento spaziale e buona memoria
 
Come risultato, saranno vigili e si impegneranno a lavorare in sicurezza piuttosto che correre rischi.
 
Ognuno di questi aspetti assume importanza in maniera diversa a seconda del ruolo svolto; ma ciascuno di loro può essere valutato.
Ad esempio, è possibile misurare la capacità di un individuo di restare concentrato, la sua velocità di reazione, il senso dell’orientamento, etc. E’ possibile inoltre esaminare i tratti di personalità e comportamentali per verificare aspetti quali controllo degli impulsi, consapevolezza etica, attendibilità.
L’assessment avrà come risultato un punteggio finale; i punteggi bassi indicano che la persona avrà una predisposizione maggiore a non operare in sicurezza.
 

Future-proof
 

Con lo sviluppo della tecnologia, gli autisti dovranno essere sempre più simili ai piloti, i quali volano con il supporto di un computer. Oggi abbiamo già vetture che si parcheggiano da sole, con il cruise control e che utilizzano radar e videocamere per calcolare la vicinanza ad altri veicoli. Tuttavia, sarà sempre necessario avere autisti vigili ed in grado di reagire in caso di una emergenza. Per questo motivo, le competenze chiave e le caratteristiche richieste per guidare in sicurezza non cambieranno.
 
Ridurre il tasso di incidenti annuali anche solo del 5 % porterà dei benefici significativi a tutte le organizzazioni.
Con questo tipo di assessment è ora possibile, in pochi minuti, stabilire se una persona ha le caratteristiche per operare in sicurezza. Scegliere solo questa tipologia di persone aiuterà le aziende a ridurre il rischio di incidenti, evitare costi inutili, proteggere persone, veicoli e macchinari costosi, e salvaguardare la reputazione aziendale.

Copyright 2017 cut-e Italy, ALL RIGHT RESERVED
Policy Privacy

Leave a Reply

Iscriviti alla nostra newsletter

Categories